Paolo Pastore
Direttore Fairtrade Italia

 

Tra il 2020 ed il 2021 Fairtrade a livello internazionale ha completato il disegno di una strategia che guiderà il nostro sviluppo fino al 2025. Questo processo ha incluso, ancora di più, i Network dei produttori perché al centro della nostra missione ci sono gli agricoltori partner in Africa Asia ed America Latina che grazie alle connessioni create dalle Organizzazioni nazionali come Fairtrade Italia possono accedere ai mercati in condizioni di vera sostenibilità sociale, ambientale ed economica.

La strategia globale del network Fairtrade mira a creare nuovi e più approfonditi strumenti a disposizione di aziende e cittadini che scelgono di essere Fairtrade.

Queste scelte hanno anche contribuito in modo importante a sostenere le migliaia di realtà che operano nel nostro sistema nel difficile periodo pandemico, creando le condizioni per continuare a coltivare e a produrre in sicurezza cibo per le proprie comunità e per i mercati globali.

Il piano approvato e in fase di attuazione si articola su 5 pilastri che delineano una strategia articolata e che, in modo trasversale, ci impegnerà tutti.

Empowerment di agricoltori e lavoratori: costruire la resilienza ai cambiamenti climatici, garantire redditi e salari dignitosi attraverso un accesso più ampio al mercato e prezzi equi, sostenere le donne e i giovani. 

Sviluppo e innovazione: passare dalla nicchia al mainstream e sviluppare nuovi progetti di espansione commerciale, incluso il Fairtrade locale e i mercati in cui non siamo ancora presenti. 

Advocacy e ingaggio dei cittadini: fare pressione a tutti i livelli perché si agisca sugli squilibri di potere nelle filiere globali, sulla disuguaglianza, sui rischi per i diritti umani e il cambiamento climatico. 

Digitalizzazione: investire sul data e digital system per costruire filiere totalmente trasparenti e tracciabili, più eque e che mostrino chiaramente l’impatto positivo di Fairtrade. 

Trampolino di lancio verso il futuro: trasformare il sistema Fairtrade in un’organizzazione che abbraccia l’innovazione e le partnership con i diversi attori della filiera e con le istituzioni. Combattere l’abbandono delle terre e favorire il ricambio generazionale. 

In Italia il 2021 ci ha visto attivi per strutturare in modo migliore le nostre attività di supporto alle aziende sia per le produzioni tradizionali Fairtrade sia per lo studio sulle filiere italiane su cui stiamo sperimentando l’applicazione dei criteri in vigore finora solamente nei Paesi in Via di Sviluppo, nella convinzione che Fairtrade possa essere un player globale aperto alle istanze del nostro Paese.

Il nostro obiettivo, in coerenza con le strategie di tutto il network Fairtrade, ci sta premiando con una crescita costante della presenza dei prodotti certificati Fairtrade in vari ambiti del mercato italiano, nel tentativo di dare ai cittadini più occasioni di scelta in coerenza con i loro valori.

 

La docuserie Farmers +